Responsabilità sociale e sostenibilità

Responsabilità sociale e sostenibilità in Magister Group S.p.A. e in Repas Lunch Coupon

La responsabilità sociale e la sostenibilità (CSR/ESG) sono parte integrante della volontà imprenditoriale di Magister Group e permeano la mission di tutte le imprese del gruppo, a partire da Repas Lunch Coupon.

Per l’alto rilievo attribuito dagli shareholder, le politiche di responsabilità sociale e di sostenibilità ambientale di Repas sono in capo all’Amministratore Delegato, che, monitora gli investimenti e gli esiti.

Magister Group e Repas comunicano all’esterno le politiche rilevanti di responsabilità sociale e sostenibilità con l’intento di renderne partecipi gli stakeholder e per favorirne l’estensione e il miglioramento continuo. La comunicazione e la pubblicità rispettano e salvaguardano, sempre, la privatezza delle informazioni e la dimensione etica.

I documenti in questa sezione sono parte della comunicazione esterna della strategia di responsabilità sociale e sostenibilità di Repas che, essendo parte di Magister Group, in molti punti, sarà coincidente o, direttamente derivata, dalla visione, dalla strategia e dalla politica di responsabilità sociale e sostenibilità della capo gruppo.

Puoi scoprire di più sulle aree di business Magister qui

 

Repas Lunch Coupon e Magister Group S.p.A.: i Valori

Nato nel 1987 da un’intuizione del fondatore Antonio Lombardi, il gruppo familiare “Magister Group”, lavora per perseguire il suo obiettivo originale: creare tutti i presupposti per far esprimere al massimo il potenziale delle persone.

I valori che guidano il Gruppo ruotano intorno alla Famiglia, alle Persone e alla Sartorialità.

Siamo fieri di aver creato una tradizionale azienda familiare che si pone l’obiettivo di produrre valore sostenibile. Fin dalla fondazione del Gruppo, la famiglia Lombardi ha mostrato un continuo impegno nell’azienda e una particolare attenzione verso tutti i dipendenti per garantire fiducia reciproca, sicurezza e dedizione.

Crediamo nel capitale umano, non come elemento necessario, ma, come risorsa essenziale e centrale sia per lo sviluppo dell’impresa, sia per la soddisfazione della persona.

Ogni risorsa può fare la differenza mostrando la sua personalità e il suo potenziale e noi vogliamo costruire relazioni tra le persone, basate sul rispetto reciproco dei valori.

Essere capaci di cogliere le opportunità e saperle trasformare in obiettivi concreti, sono doti imprescindibili che aiutano l’individuo a distinguersi, non solo nell’ambito lavorativo, ma, anche nella vita di tutti i giorni.

Siamo convinti che, ogni situazione sia differente e, che, non possa esistere una risposta unica per tutto.

Il nostro approccio personalizzato, patrimonio del tailor-made italiano, è perseguito per massimizzare il potenziale e la soddisfazione delle persone e dei nostri clienti.

Proprio perché sono organiche alla cultura d’impresa, la responsabilità sociale e la sostenibilità si manifestano prima di tutto nella strategia che governa le decisioni, e, da lì, si riflettono nel funzionamento d’impresa, nelle azioni e nei comportamenti, trovando, infine, espressione formale nelle procedure e nella documentazione.

Il nostro approccio

Per noi sostenibilità sociale vuol dire agire – in quanto impresa – per favorire lo sviluppo della società verso livelli più alti di qualità della vita delle persone e dell’organizzazione sociale.

In quanto impresa, crediamo nell’idea che il pieno rispetto dei diritti fondamentali e delle leggi siano i cardini della responsabilità sociale.

Per pieno rispetto intendiamo che gli adempimenti devono riflettere lo spirito delle dichiarazioni e delle leggi, oltre che la lettera.

Per questo, per noi, andare oltre i requisiti di legge ha il senso speciale e concreto di voler mettere più sostanza, entro il perimetro dei doveri. Sostanza fatta di equità e di solidarietà incorporata nel modo di fare impresa.

La pubblicità dell’impegno filantropico e di restituzione sociale

Per noi, ciò che va oltre il perimetro dei doveri fa parte dell’area dell’impegno filantropico e di restituzione sociale che, pur essendo parte integrante della cultura e della pratica d’impresa, richiede regole differenti, in particolare, per quanto riguarda la pubblicità.

Per le nostre attività, oltre il perimetro dei doveri, e, in particolare, per le attività filantropiche, vogliamo che la pubblicità sia minima e, quando le azioni riguardano benefici diretti alle persone, assente.

La sostenibilità

Intendiamo la sostenibilità come capacità di mantenimento a lungo termine. Per questo crediamo che, la sostenibilità, sia un concetto che – declinato nelle sue dimensioni sociale, economica e ambientale – deve essere tradotto in cambiamenti durevoli e in processi capaci di mantenersi.

In quanto impresa, crediamo che, il primo obiettivo di sostenibilità, sia quello di perseguire l’accesso e la sicurezza del lavoro in condizioni di parità di opportunità, e, in modi tali da non mettere a rischio il futuro nostro e delle generazioni che verranno.

Governance e monitoraggio

Magister Group è dotato di sistemi avanzati di analisi dei dati per l’aggregazione degli indicatori inclusi quelli relativi alla responsabilità e alla sostenibilità sociale e ambientale.

I dati e gli indicatori significativi (analitici e di sintesi) sono sensibili per l’attività delle aziende del gruppo e, per questo, l’accesso è riservato all’organo di governo.

Quando utile, estratti e comunicazioni specifiche, possono essere indirizzati a determinati stakeholder.

Gestione del rischio e responsabilità sociale

Magister Group e Repas mettono in atto una politica di gestione dei rischi ispirata all’impianto metodologico della famiglia di standard ISO 31000, anticipando gli «effetti» come scostamenti da quanto atteso – sia positivo o negativo; da sottolineare anche positivo; e con «incertezza» lo stato di insufficienza di informazioni necessarie per la comprensione di un evento, delle sue conseguenze o della loro plausibilità.

Questo approccio ispira la tensione positiva, tra iniziativa e cautela, caratteristica del governo del gruppo e di Repas, anche nel campo della responsabilità sociale e della sostenibilità ambientale, che, per proporzionalità, è concentrata sulla prima (responsabilità sociale).

Magister si è dotato di strumenti e di servizi, a cui accede anche Repas, per anticipare ed essere sempre pronti a cogliere opportunità e a evitare rischi (preparedness), per reagire efficacemente a eventi imprevisti (resilience), per prendere decisioni informate e basate sulle migliori evidenze disponibili (knowledge-based decisions).

Di essi, fanno parte i monitoraggi, forecast e analisi di scenario e le decisioni di adottare schemi di protezione (per esempio riserve) e strumenti di gestione che trattano tra l’altro

  • la lettura e l’interpretazione delle evoluzioni delle politiche / normative, dei tecnosistemi e dei sociosistemi del lavoro in una prospettiva temporale e con un’ampiezza adatta a quella delle scelte strategiche del gruppo e di Repas (capacità di indagine e analisi);
  • le modalità per mettere a sistema / capitalizzare i miglioramenti di efficacia / efficienza già individuati / sperimentati;
  • l’impegno per coltivare la cultura dell’innovazione per favorire la capacità di proposta, di risposta e di adattamento.

Anche se, ad alto impatto sociale positivo, molte di queste analisi, decisioni e azioni, non sono pubbliche perché estremamente sensibili.

 

I diritti umani, il Codice Etico e le azioni positive per la salute e il benessere

 

I diritti umani in pratica: parità di trattamento e di opportunità

In Repas siamo convinti che, l’applicazione quotidiana della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, sia fondamento e guida sufficiente per la nostra strategia di responsabilità sociale d’impresa.

Vale sempre la pena rileggerne alcuni passaggi che sono per noi centrali.

Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.
Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione,
senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica
o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.

Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.
Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad eguale retribuzione per eguale lavoro.
Ogni individuo che lavora ha diritto ad una rimunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignità umana ed integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale.

Ogni individuo ha diritto al riposo ed allo svago, comprendendo in ciò una ragionevole limitazione delle ore di lavoro e ferie periodiche retribuite.

Quando decliniamo quei principi in linee guida, procedure, istruzioni operative, lo facciamo avendo cura di salvaguardarne lo spirito, e lo stesso facciamo quando dobbiamo interpretare il senso delle norme e delle leggi.

Il mandato statutario e l’attività di Repas sono di diretta rilevanza sociale, che Repas tratta con la logica della stringente applicazione dello spirito delle norme, in particolare, per quanto riguarda i lavoratori e le lavoratrici dipendenti e somministrati/e.

Repas è, infatti, impegnata nelle politiche e nelle azione di gestione positiva delle tematiche della diversità, dell’inclusione, e delle pari opportunità per le varie categorie di dipendenti già dal mandato dell’oggetto sociale: [… inserimento lavorativo dei disabili e dei gruppi di lavoratori svantaggiati, comprensiva tra l’altro: della raccolta dei curricula dei potenziali lavoratori; della preselezione e costituzione di relativa banca dati; della promozione e gestione dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro; …].

Repas è impegnata a mettere rigorosamente in atto i dispositivi utili ad assicurare la parità di trattamento e di opportunità, anche contrastando, ove possibile, discriminazioni esterne di genere e di diversità.

Per amplificare l’impatto inclusivo, le azioni positive, relative alla diversità di etnia, sono attuate da Repas con grande attenzione e a livello capillare.

Questa forte connotazione etica si trova poi riflessa nel Codice Etico che Repas si è data e, che propaga, anche formalmente, i suoi effetti su tutta l’organizzazione, e che prescrive (§3):

È vietata ogni forma di discriminazione ed in particolare qualsiasi discriminazione basata su razza, nazionalità, sesso, età, disabilità, orientamenti sessuali, opinioni politiche o sindacali, indirizzi filosofici o convinzioni religiose verso qualunque soggetto interno ed esterno alla Repas Lunch Coupon.

Non sono tollerate molestie sessuali o atti di violenza fisica o psicologica. Repas Lunch Coupon si impegna a tutelare l’integrità morale dei collaboratori garantendo il diritto a condizioni di lavoro rispettose della dignità della persona.

Non è tollerata alcuna forma di lavoro irregolare, con ciò intendendosi, oltre alla mera assenza di alcuna regolarizzazione di un rapporto, qualsivoglia tipologia di utilizzo di prestazioni lavorative non dedotta in un assetto contrattuale e normativo coerente a quello del paese di riferimento.

Salute e sicurezza sul lavoro

Repas è impegnata ad assicurare condizioni di lavoro sempre migliori.

Nel perimetro dei doveri dettati dalla norma, per assicurare indipendenza e terzietà di valutazione, e, per impedire il sedimentarsi di consuetudini che potrebbero ostacolare il processo di miglioramento continuo, Repas ha incaricato società specializzate esterne per l’attuazione e il monitoraggio degli adempimenti per la sicurezza.

La società incaricata ha il mandato di agire al più alto livello di compliance e propositività.

Oltre il perimetro dei doveri obbligatori, Repas è anche impegnata nel mainstreaming del benessere lavorativo attraverso la messa a punto di processi di lavoro lean (snelli) sostenuti da strumenti appropriati, in particolare informatici e telematici, con l’effetto combinato di ridurre lo stress lavoro-correlato, di ampliare la possibilità delle persone di esprimere il loro potenziale e di contribuire alla sostenibilità economica dell’impresa.

Questi strumenti, non solo tengono conto delle convenienze dei processi operativi, ma, anche dell’effettivo contesto in cui operano le singole persone, per esempio, adeguando la strumentazione individuale per l’accesso al lavoro remoto e agile dove previsto.

Benessere e welfare

Oltre il perimetro dei doveri obbligatori, Repas adotta politiche e strumenti per migliorare continuamente il benessere dei lavoratori e delle lavoratrici.

Sono parte delle politiche per il benessere dei lavoratori:

– servizi sostitutivi di mensa;

– assicurazione sanitaria integrativa (oltre a quella prevista dal fondo di categoria);

– altri strumenti di welfare aziendale tra cui l’accesso a servizi aggiuntivi attraverso piattaforme e servizi terzi.

Periodicamente Repas riesamina il grado di soddisfazione dei beneficiari e la rispondenza ai bisogni, e la qualità delle prestazioni dei fornitori di servizi welfare, per migliorarne l’efficacia complessiva, anche, in considerazione delle possibilità e delle variazioni previste dalle norme e dalla loro evoluzione.

Formazione e aggiornamento delle competenze

Repas attribuisce fondamentale importanza alla formazione delle persone e all’aggiornamento delle loro competenze professionali e al rafforzamento della capacità di esprimere il potenziale per ogni individuo.

L’attività di formazione e sviluppo delle persone riguarda anche il trasferimento di conoscenze e lo stimolo al cambiamento in relazione alle politiche di sostenibilità (ambientale, economica, sociale) messe in atto da Repas.

Repas investe una funzione aziendale dedicata di alto livello della responsabilità di questo obiettivo, anche in chiave di sostenibilità di lungo termine del processo.

Ogni anno, la funzione aziendale incaricata prepara un piano di attività e il relativo budget per l’esame e per l’approvazione, da parte dell’organo di governo aziendale, e per l’inclusione dello stesso nel budget programmato per l’anno seguente. I progressi delle azioni formative sono monitorati dalla funzione incaricata e riportati alla Direzione.

Responsabilità ambientale e sostenibilità

I processi produttivi di Repas sono a ridotto impatto ambientale, in quanto, non implicano attività energivore o generatrici di emissioni importanti, tuttavia, Repas è impegnata a dare un apporto positivo alla dimensione ambientale.

Per assicurare il massimo impatto e una sinergia efficace, la riduzione degli impatti ambientali è delegata da Repas alla capogruppo Magister Group che gestisce le azioni per assicurare la convergenza sugli obiettivi prioritari.

I dati operativi vengono analizzati in relazione agli obiettivi e alle priorità stabilite lungo le dimensioni:

  • mobilità e mezzi aziendali;
  • consumi diretti di materiale;
  • consumi diretti delle risorse, inclusa la risorsa idrica;
  • consumi diretti di energia.

Per il triennio 2019-2021 le priorità riguardano la mobilità e i mezzi aziendali e i consumi diretti di materiale (plastiche in particolare).

La rendicontazione delle attività e degli esiti, in merito alla sostenibilità ambientale di Repas, fa parte del report complessivo di responsabilità sociale e sostenibilità ambientale consegnato annualmente all’AD.

Governance

Repas non è esposta a rischi e questioni emergenti dalla platea degli stakeholders (in quanto parte di Magister Group).

I temi di governance sono, quindi, quelli dell’anticorruzione, dell’antiriciclaggio, della concorrenza leale, della condotta relativa alle attività di natura societaria, amministrativa e finanziaria.

Il pilastro della governance è, demandato e trattato per intero, nel Codice Etico.

I nostri stakeholders

I nostri stakeholders principali sono i nostri dipendenti, i nostri clienti e le loro associazioni locali di rappresentanza, i nostri fornitori e le organizzazioni impegnate nella promozione sociale [ii].

Verso i dipendenti è adottata una forma costante di comunicazione attraverso la piattaforma interna che permette un costante scambio di informazioni e la raccolta di informazioni utili anche a cogliere nuove esigenze e a favorire la solidarietà tra dipendenti di ogni funzione e componente del gruppo.

[i]  Puoi trovare il testo della Dichiarazione nell’edizione del Senato della Repubblica qui

[ii] Chief Executives for Corporate Purpose – CECP’s Valuation Guide (2021)